querule

giacobine è bello!

07 luglio 2005

Mario Luzzato Fegiz mi è comparso in sogno e mi ha detto di scrivere del concerto di ieri sera dei Piano Magic

un set sorprendente, la formazione al completo ci ha cullati, poi scossi... sembra questa la cifra stilistica del gruppo di glen johnson: commuovere ma anche tenere sulle spine, dettare il ritmo e regolare il rubinetto delle emozioni, con atmosfere rarefatte e crescendo devastanti. le canzoni dell’ultimo album, "disaffected", si dipanano man mano sciogliendo gli arti e le menti della piccola folla che popola la piazzetta del chiostro di santa cristina. qualche sussulto su "speed the road, rush the light", e anche su "i am the teacher’s son" chè il primo amore non si scorda mai, e "the troubled sleep of piano magic" è uno dei dischi che negli ultimi anni è rimasto nei cuori degli indie kids accorsi a raduno ieri sera. insomma magia nel nome, magia sul palco.

o perlomeno potrebbe essere successo tra le 9 e le 11 e mezza di ieri sera. del resto le star arrivano tardi e io ricordo solo una birra doppio malto fuori porta e gli arcade fire a tutto volume.

1 commentini:

At 4:08 PM, Anonymous coma ha detto...

ecco, volevo lasciare un commento a freddo fuori tema e invece mi sono incasinato a leggere il blog, lasciandolo così in qualche post sotto, manco mi ricordo quale. sempre queste figure.

 

Posta un commento

<< Home